Soffocamento da cibo in lattanti e bambini, l’importanza delle manovre di disostruzione delle vie aeree - BLSD Europa
Home / news / Soffocamento da cibo in lattanti e bambini, l’importanza delle manovre di disostruzione delle vie aeree

Soffocamento da cibo in lattanti e bambini, l’importanza delle manovre di disostruzione delle vie aeree

In questo articolo parleremo dei numeri e dello scenario in Italia.
Ufficialmente in Italia, ogni anno, circa 450 bambini sono oggetti di ostruzione delle vie aeree.

Nella maggior parte dei casi l’ostruzione è di tipo alimentare.

In media in Italia ogni anno 30-50 bambini perdono la vita per soffocamento, ovvero 2-4 episodi ogni mese.

L’età in cui accade più spesso questo spiacevole evento è tra 6 mesi e 2 anni e la causa principale è l’inalazione di corpi estranei:

  • 65% cibo
  • 20% giocattoli
  • 15% altro

In Italia 1.000 ospedalizzazioni l’anno.

Il soffocamento da corpo estraneo rappresenta un problema rilevante di salute pubblica: esso costituisce una delle principali cause di morte nei bambini di età inferiore ai 3 anni, ma la quota di incidenti rimane elevata fino ai 14 anni di età. Nel caso di ostruzione parziale delle vie aeree il corpo estraneo si trova in una posizione in cui il passaggio di aria anche se ridotto è ancora sufficiente (Ministero della Salute 2017).

Tuttavia queste statistiche ufficiali sembrano essere solo la “punta dell’Iceberg”, poiché la maggior parte di decessi di bambini e lattanti viene classificata diversamente.

Infatti, Secondo i dati ufficiali dell’ISTAT, il 27% delle morti classificate come “accidentali”, nei bambini da 0 a 4 anni, avviene per soffocamento causato da inalazione di cibo o di un “corpo estraneo”.

Passando nelle fasce d’età 5–9 anni e 10–14, la percentuale di morti per soffocamento diminuisce progressivamente (11,5% e 4,7%), ma rimane comunque tra le più significative tra le cause accidentali.

In una ricerca del Ministero Della Salute, viene stimato che, in Europa, ogni anno, 500 bambini muoiano soffocati.

Le stime più recenti in Italia, calcolate includendo anche episodi di minore gravità (che si sono risolti grazie all’intervento della famiglia, senza la necessità di rivolgersi ai sanitari), mostrano come l’incidenza reale del fenomeno sia 50-80 volte superiore rispetto a quella dei ricoveri, ovvero 80.000 episodi di soffocamento stimati ogni anno solo in Italia.

Questo si traduce una media di oltre 6.600 episodi al mese e di 219 episodi al giorno.
Episodi di soffocamento al mese: 6.666, con una media di 3 decessi
219/gg.

Nei prossimi articoli parleremo nel dettaglio di:

  • Gli alimenti a rischio soffocamento nei lattanti e bambini
  • Manovre di disostruzione vie aere nei lattanti e bambini

Ricorda, ogni corso BLSD e PBLSD (corsi di primo soccorso e impiego del defibrillatore), comprendono nelle manovre di Rianimazione Cardio-Polmonare (RCP), anche la disostruzione delle vie aeree.

Con la consapevolezza che abbiamo oggi, un corso di questo tipo non può mancare nel bagaglio informativo e culturale che ci portiamo dietro, nella speranza di non dover mai mettere in pratica tali manovre, queste possono giocare un ruolo fondamentale tra una tragedia e un lieto fine.

Fonti:

  • http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2618_allegato.pdf
  • https://www.simeup.it/?page_id=5522
  • https://www.fnopi.it/archivio_news/attualita/2717/Disostruzione%20vie%20aeree%20-1-.pdf
  • https://ilfattoalimentare.it/soffocamento-cibo-bambini.html
  • https://www.nurse24.it/specializzazioni/emergenza-urgenza/ostruzione-vie-aeree-manovre-salvavita.html

Top

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi